26 ottobre 2016. A seguito degli eventi sismici registrati da INGV in Centro Italia il 26 ottobre alle ore 19.10 e alle ore 21.18, Anpas ha attivato la sala operativa nazionale. In collaborazione con il sistema 118 locale, volontari e mezzi di soccorso delle pubbliche assistenze delle Marche stanno portando assistenza alle comunità colpite. Le località prossime all’epicentro sono Castelsantangelo sul Nera, Visso, Ussita e Preci.

È attivo il numero verde 800.840.840 del Dipartimento della Protezione Civile che fornisce informazioni in base agli aggiornamenti del Comitato Operativo riunito nella sede del Dipartimento della Protezione Civile e la sala operativa della Protezione civile Lazio è 803555, la sala operativa regionale unica Regione Umbria 0742630777

Visto il ripetersi delle scosse, Anpas ricorda le buone pratiche di protezione civile della campagna Io non rischio da adottare dopo un terremoto

  • Assicurati dello stato di salute delle persone attorno a te e, se necessario, presta i primi soccorsi.
  • Prima di uscire chiudi gas, acqua e luce e indossa le scarpe.
  • Uscendo, evita l’ascensore e fai attenzione alle scale, che potrebbero essere danneggiate.
  • Una volta fuori, mantieni un atteggiamento prudente.
  • Se sei in una zona a rischio maremoto, allontanati dalla spiaggia e raggiungi un posto elevato.
  • Limita, per quanto possibile, l’uso del telefono.
  • Limita l’uso dell’auto per evitare di intralciare il passaggio dei mezzi di soccorso.
  • Raggiungi le aree di attesa previste dal Piano di emergenza comunale.

 

fonte: sito nazionale Anpas http://www.anpas.org/categoria-news-pc/2472-terremoto-2016-26ottobre.html 

Questa sera la sala operativa regionale del Veneto ha diramato codice verde a tutte le consociate della regione per valutare le risorse a disposizione in caso la Sala Operativa Nazionale richieda l’intervento di ANPAs Veneto.

Aggiornamento 28/10/2016: nel cratere dell’evento resta operativo il modulo cucina, con un contingente di 25 volontari che richiedono una turnazione di settimanale. Vista la continua evoluzione del fenomeno la Sala Operativa Nazionale richiede ai comitati di Abruzzo, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Emilia di predisporre squadre che possano intervenire in 2-3 ore per l’allestimento di un eventuale campo.

Per quanto riguarda il comitato Veneto: non è ancora stato richiesto l’intervento dei volontari veneti ma vista la continua evoluzione dello scenario è possibile che nei prossimi giorni pervenga la richiesta di intervento.

Aggiornamento 30/10/2016: oltre al costante lavoro del modulo cucina nel comune di Norcia, su richiesta del dipartimento di protezione civile sono sono astati attivati 28 volontari che sono andati a comporre 9 squadre con fuoristrada inviate ad Ancona, 10 volontari, 2 psicologi ed una comunicatrice inviati a Porto S. Elpidio (FM) e 2 comunicatori inviati a Norcia.

Per quanto riguarda il comitato Veneto: è stato richiesto a tutte le consociate regionali la disponibilità di mezzi fuoristrada ma al momento nessuna associazione ha a disposizione tali mezzi.

Aggiornamento 08/11/2016: continua l’impegno dei volontari ANPAS nell’assistenza delle popolazioni colpite dal sisma. 134 volontari sono operativi in 4 aree: Norcia, Foligno, Macerata e sui comuni e nelle frazioni nella provincia di Macerata e di Ancona. Le strutture ANPAS erogano circa 1200 pasti e garantiscono supporto sanitario, logistico e di censimento della popolazione.

Per quanto riguarda il comitato Veneto: sono impegnati anche diversi volontari delle consociate venete nelle aree di Norcia e Foligno. In particolare : Norcia 1 psicologo, 1 responsabile di campo, 1 addetto segreteria e 2 addetti cucina. Foligno: 6 volontari tra addetti cucina e logistica e il vicepresidente regionale impegnato nel maceratese.